Luigi Pericle (1916-2001)

Beyond the visible

Venezia, Fondazione Querini Stampalia
dal 11 Maggio al 24 Novembre 2019

The exhibition

La Fondazione Querini Stampalia di Venezia ospita la prima retrospettiva dell'artista Luigi Pericle (Basilea 1916-Ascona 2001), un protagonista della pittura europea del secondo Novecento, riemerso dopo anni di dimenticanza.
Pittore, illustratore, letterato e intellettuale a tutto tondo, Luigi Pericle subì l’influenza della teosofia e delle dottrine esoteriche, partecipando al dibattito culturale che da queste tendenze fu determinato nel corso del secolo.
La mostra promossa dall'Associazione “Archivio Luigi Pericle” di Ascona mira a fare luce su un autore di straordinario spessore che appartiene a quella categoria di maestri che preferirono lasciare che la loro ricerca parlasse solo dopo la loro morte, imprimendole un’energia che ne avrebbe reso necessaria la riscoperta postuma.

The catalogue

Il volume celebra Luigi Pericle, pittore, ma anche pensatore, letterato, studioso di teosofia e di dottrine esoteriche, rivelando la sua storia straordinaria, fatta di ricerche profonde e grandi incontri. Dal noto collezionista Peter G. Staechelin a Sir Herbert Read, trustee della Tate Gallery; dal museologo Hans Hess, curatore della York Art Gallery, al celebre artista e regista tedesco Hans Richter. Tutti furono attratti dal suo carisma, dalla sua personalità versatile, dalla sua arte “chiaroveggente”. Con Luigi Pericle, la storia dell’arte informale del secondo Dopoguerra si apre inaspettatamente alla filosofia, alla spiritualità alternativa, ai misteri del cosmo, sullo sfondo dell’era spaziale.

Venezia, Fondazione Querini Stampalia, maggio - novembre 2019