Anna Maria Maiolino

O amor se faz revolucionário

Milano, PAC
dal 29 Marzo al 1 Settembre 2019

The exhibition

Traendo ispirazione dall’immaginario quotidiano femminile e dall’esperienza di una dittatura oppressiva e censoria – quella del Brasile negli anni Settanta e Ottanta – Maiolino realizza opere ricche di energia vitale, che fondono in uno stile inimitabile la creatività italiana e la sperimentazione delle avanguardie brasiliane.
Attraversata dal tema dell’amore per le sue origini, la sua famiglia, la sua terra d’adozione e il suo lavoro, l’opera di Maiolino indaga i rapporti umani, le difficoltà comunicative e di espressione, e percorre il labile confine tra fisicità e sfera intima e spirituale.
Con una selezione di oltre 300 opere dell’artista che spaziano dai primissimi disegni fino alle ultime creazioni, la mostra include anche le grandi pitture degli anni Novanta, mai esposte prima, e opere provenienti dai più importanti musei Brasiliani come il MAM di Rio de Janeiro, il MASP e la Pinacoteca di Stato di San Paolo.
Disegni, dipinti, sculture, fotografie, video e installazioni – di cui una site specific realizzata interamente in argilla - raccontano per decadi una storia artistica iniziata nei primi anni Sessanta e ancora oggi vitale e fertile, in grado di influenzare molti artisti delle nuove generazioni.

The catalogue

Drawing inspiration from the everyday female consciousness and an oppressive, censorial dictatorship – as experienced from 1964 to 1984 in Brazil – Anna Maria Maiolino produces works full of vital force, which combine Italian creativity with the experimentations of the Brazilian avant-gardes in an inimitable style.
Crossed by the theme of love – for her origins, her adoptive homeland, her work – Maiolino's production explores human relationships and the difficulties underlying communication and expression, travelling the faint boundary between physicality and a more intimate, spiritual sphere.
With a selection of over 400 works, ranging from the early drawings to the latest creations, this book, edited by Diego Sileo, illustrates the artist's journey decade by decade. This started in the 1960s and is still alive and fertile today, also through her influence on the new generations.

Milan, PAC, March - September 2019