De Nittis

Pittore della vita moderna

Milano, Palazzo Reale
dal 24 Febbraio al 30 Giugno 2024

The exhibition

Dal 24 febbraio al 30 giugno 2024, per la prima volta Palazzo Reale celebra il talento del pittore Giuseppe De Nittis esponendo in una mostra monografica circa 90 dipinti, tra oli e pastelli, provenienti dalle principali collezioni pubbliche e private, italiane e straniere - tra cui il Musée d’Orsay di Parigi e gli Uffizi di Firenze - oltre allo straordinario nucleo di opere conservate alla GAM di Milano e ad una selezione dalla Pinacoteca di Barletta.

La mostra intende esaltare la statura internazionale di un pittore che è stato, insieme a Boldini, il più grande degli italiani a Parigi, dove è riuscito a reggere il confronto con Manet, Degas e gli impressionisti - con cui ha saputo condividere, pur nella diversità del linguaggio pittorico, l’aspirazione a rivoluzionare l’idea stessa della pittura per raggiungere quell’autonomia dell’arte che è stata la massima aspirazione della modernità.
Gli artisti francesi e De Nittis - che si è sempre sentito profondamente parigino di adozione - hanno affrontato gli stessi temi: il paesaggio, il ritratto, e la rappresentazione della vita moderna. Quest'ultimo soggetto è stato catturato da De Nittis a partire dalle suggestioni dategli dalle due metropoli che frequentò maggiormente, e che in quegli anni erano fondamentali come capitali europee dell'arte: Parigi e Londra. In una straordinaria pittura en plein air, l'artista di Barletta è riuscito a rappresentare i luoghi privilegiati della modernità, fulcro del percorso espositivo meneghino che si sviluppa lungo un arco temporale di vent’anni - dal 1864 al 1884 - ricostruendo un’avventura pittorica assolutamente straordinaria, conclusasi prematuramente con la sua scomparsa a soli 38 anni di età.

Scopri di più