In arte, Milva

Bologna, Museo Internazionale e Biblioteca della Musica
dal 23 Novembre 2023 al 4 Febbraio 2024

The exhibition

Maria Ilva Biolcati, in arte Milva, ha attraversato da protagonista oltre cinquant’anni di storia italiana. La mostra presso il Museo internazionale e biblioteca della musica di Bologna, a cura di Anna Maria Lorusso e Lucio Spaziante, è dedicata proprio a questa artista eclettica.

Visitabile dal 23 Novembre 2023 al 4 Febbraio 2024, la mostra si articola attraverso le tre sale dello spazio mostre del Museo della musica, che raccontano Milva con focalizzazioni diverse: La vita, Le arti di Milva, e Il mondo di Milva.
Il percorso espositivo cerca di tener conto di tutti questi volte, sfaccettature e arti di Milva, da Goro - provincia ferrarese di nascita - alla dimensione internazionale in cui si sviluppa la sua vita, presentando per la prima volta parte del lascito donato nel 2022 dalla figlia Martina Corgnati alla Biblioteca delle Arti dell'Università di Bologna. In arte, Milva vuole dire proprio questo: una personalità che ha totalmente vissuto dell’arte e nelle arti, e per la quale non c'è mai stata distanza tra la vita e la scena.

Il visitatore potrà seguire il percorso di visita con la playlist musicale In arte, Milva.

L'esposizione è promossa da Alma Mater Studiorum Università di Bologna: Biblioteca delle Arti, Dipartimento delle Arti, Sistema Bibliotecario di Ateneo, Area del Patrimonio Culturale; in collaborazione con Settore Musei Civici Bologna | Museo internazionale e biblioteca della musica; con il patrocinio del Comune di Bologna.

Scopri di più

The catalogue

Il volume presenta una selezione dei materiali dell’Archivio Milva, costituitosi grazie alla donazione all’Università di Bologna del lascito dell’artista. La collezione – che annovera materiale audio e video, manoscritti musicali, fotografie, libri, premi, lettere, ritagli stampa e molto altro – documenta in modo ricco e per molti versi inedito la produzione musicale e teatrale, performativa e discografica di Milva, la sua fortuna, le fonti di ispirazione, i rapporti umani e professionali che ha intrattenuto. Il volume, anche grazie ai contributi degli studiosi di musica, teatro e cinema che accoglie, cerca soprattutto di ricostruire la vicenda biografica e artistica di una diva, che vive nell’arte e delle sue arti, senza un fuori scena, sempre sotto i riflettori.