Pinocchio nei costumi di Massimo Cantini Parrini

dal film di Matteo Garrone

Prato, Museo del Tessuto
dal 21 Dicembre 2019 al 25 Ottobre 2020

The exhibition

In occasione del Natale 2019, il Museo del Tessuto di Prato inaugura una mostra dedicata al pluripremiato costumista cinematografico Massimo Cantini Parrini.
La mostra presenta in anteprima assoluta il suo ultimo straordinario lavoro: oltre 30 costumi realizzati per il film "Pinocchio" di Matteo Garrone, uscito nelle sale il 19 dicembre distribuito da 01 Distribution e interpretato da un cast di assoluta eccezione, con Roberto Benigni nei panni di Geppetto, Gigi Proietti di Mangiafuoco, Rocco Papaleo e Massimo Ceccherini in quelli del Gatto e la Volpe.
Dei costumi in mostra, venticinque sono stati realizzati dalla Sartoria Tirelli, cinque dalla Sartoria Costumi d’Arte Peruzzi, due da Cospazio 26, mentre le parrucche da Rocchetti e Rocchetti.
Il percorso della mostra è articolato in due sezioni: la prima dedicata al costumista, alle sue fonti d’ispirazione, al suo lavoro creativo e sul set, la seconda ai costumi del film, accompagnati da immagini tratte dal film stesso, dalla riproduzione di alcune scenografie e da alcuni simbolici oggetti di scena.

The catalogue

Il volume è dedicato al pluripremiato costumista cinematografico Massimo Cantini Parrini, di cui viene presentato il suo ultimo straordinario lavoro: oltre trenta costumi realizzati per il film “Pinocchio” di Matteo Garrone, uscito nelle sale cinematografiche nel dicembre 2019.
I testi e l’intervista accolta in queste pagine raccontano di Massimo Cantini Parrini, del suo lavoro e delle sue fonti d’ispirazione, fra cui figurano capi d’abbigliamento storici del XVIII e XIX secolo provenienti dalla sua straordinaria collezione personale. Segue la sezione dedicata ai costumi di scena dei principali personaggi del film, corredati da approfondimenti del costumista sulla scelta delle fogge, sui trattamenti di invecchiamento e su altre curiosità.

Testi di: Filippo Guarini, Quirino Conti, Enrico Magrelli, Cristina Giorgetti, Daniela degl’Innocenti

Prato, Museo del Tessuto, dicembre 2019 - marzo 2020