Caravaggio. Il contemporaneo

Rovereto, Mart
dal 9 Ottobre 2020 al 14 Febbraio 2021

The exhibition

L'attesa mostra Caravaggio. Il contemporaneo, da un'idea di Vittorio Sgarbi, offre ai visitatori l'opportunità di contemplare il Seppellimento di Santa Lucia, la prima opera siciliana di Michelangelo Merisi, detto il Caravaggio, normalmente collocata a Siracusa, nella Chiesa di Santa Lucia alla Badia. Attraverso la proposta di diversi livelli di dialogo possibili, la mostra sottolinea l'attualità spirituale di Caravaggio. Il capolavoro seicentesco si riverbera in una selezione di opere e fotografie contemporanee.
Seguendo liaisons concettuali, il Mart propone un confronto tra questo capolavoro e una selezione di opere del grande maestro dell'Informale italiano: Alberto Burri. In un continuo rimando tra immagini, simboli e affinità, completano la mostra il grande dipinto I naufraghi (1934) di Cagnaccio di San Pietro, le opere dell'artista Nicola Verlato e del fotografo Massimo Siragusa, alcune fotografie sulla vita e la morte di Pier Paolo Pasolini.

The catalogue

Il più grande quadro di Caravaggio, il più intenso, il più terribile: Il Seppellimento di santa Lucia, conservato nella chiesa di Santa Lucia al Sepolcro a Siracusa, è lo spunto per riflettere sulla contemporaneità dell’arte di Michelangelo Merisi, tema a cui è dedicato questo volume.
In nessun dipinto, in tutta la storia della pittura, la forza del male è così evidente. La carica espressiva della tela siciliana, opera di un Caravaggio maturo e inquieto, trova consonanze con opere di grandi autori del Novecento: Alberto Burri, nelle cui opere riconosciamo quella materia inerte, sorda, inespressiva che fa da sfondo al dipinto di Caravaggio. Quindi Cagnaccio di San Pietro e Nicola Verlato, fino a Pier Paolo Pasolini, che non solo fu affascinato da Caravaggio, condividendone l’approccio crudo e realista nell’osservare il mondo, ma ebbe anche, come il maestro seicentesco, una vita tormentata: il corpo straziato di santa Lucia ci racconta la violenza di cui fu oggetto Pasolini stesso, ritrovato morto il 2 novembre 1975.
Nel grande quadro di Caravaggio si stratificano dolore, impotenza, memoria. Quelle intuizioni si rivelano nel linguaggio moderno delle forme, conferendo al telero di Caravaggio un significato universale. Contemporaneo.

Rovereto, Mart, ottobre 2020 - febbraio 2021

Sommario

Caravaggio, in una notte oscura
Vittorio Sgarbi

La voce del silenzio. 'Seppellimento di santa Lucia': Caravaggio inventa il peso emotivo dell’assenza di materia
Silvia Mazza

Più grande della vita e contro ogni regola. Il mecenatismo attorno al primo approdo di Caravaggio in Sicilia
Keith Sciberras

Burri e Caravaggio. Pazza idea
Stefano Zorzi

Cagnaccio e l’astrazione della realtà
Daniela Ferrari

Nicola Verlato. L’iconodulo
Denis Isaia e Nicola Verlato

MORTE DI UN POETA. 1-5 novembre 1975

Dino Pedriali e Pier Paolo Pasolini in dialogo

Siamo tutti in pericolo
Furio Colombo e Pier Paolo Pasolini

Orazione ai funerali di Pasolini, 5 novembre 1975
Alberto Moravia

Testimonianza per Pier Paolo Pasolini
Gianfranco Contini

Il Poeta massacrato testimone di verità
Simona Zecchi

RIPRODUZIONE DI UNA TELA

La replica
Peter Glidewell

FOCUS

Nicola Samorì. Lucìe
Luciano Ventrone. La grande illusione

CONFRONTI

Elenco delle opere in mostra