Romano Lotto

  • Edited by Flavio Arensi e Alberto Buffetti
  • Binding Paperback with flaps
  • Size 24 x 28 cm
  • Pages 136
  • Illustrations 45 a colori, 16 in b/n
  • Language Italian, English
  • Year 2006
  • ISBN 9788836608164
  • Price € 20,00  € 19,00
  •   Last available copies
Add to cart Add to cart Add to cart
Abstract

Il volume accompagna una mostra allestita alla Galleria d’Arte Nino Sindoni di Asiago dedicata al pittore vicentino Romano Lotto (Dueville, 1932), di cui è proposta un’accurata selezione delle opere più recenti. Memore dalla frequentazione della Internationale Sommerakademie für bildende Kunst di Salisburgo negli anni sessanta, Lotto ha maturato nel corso degli anni una pittura densa e vivace, ricca di colore. Accostatosi alla pittura astratta e informale a cavallo degli anni settanta, l’artista ha recuperato successivamente il valore dell’esercizio del disegno e dello studio tradizionale della figura, riconoscibile nelle opere realizzate nell’ultimo decennio.

I suoi soggetti preferiti sono i paesaggi: i colli vicentini innanzi tutto, con la suggestione che deriva dalla terra d’origine, ma anche le marine veneziane e la campagna della Maremma, di cui dipinge intensi scorci caratterizzati da improvvisi tagli di luce.

Il volume, curato da Flavio Arensi e Alberto Buffetti, accoglie i testi critici di Sandro Parmiggiani, Giuliano Menato e Silvio Lacasella. Segue una lunga intervista col pittore, curata da Francesca Franco, e una serie di apparati bio-bibliografici.Asiago, dicembre 2006 - gennaio 2007 Fundamental to Lotto's artistic development were his meetings with Oskar Kokoschka in 1960, whose courses he frequented at the Sommerakademie in the Fort of Salzburg, and with Emilio Vedova who encouraged him to explore abstract, informal expression. Romano Lotto depicted the places in which he was born and grew up, always with something of an unconventional eye.

The Vicenza artist, in fact, captures a "less-known" Venice, far different from the classic landscapes by Canaletto, Bellotto, Guardi and Marco Ricci, preferring the islands, Marghera and Lido, where there are the remains of a still authentic Venice, that of old boats, disused vaporetti , the "murazzi" lagoon dykes. This exhibition catalogue is articulated along the themes closest to the heart of Romano Lotto, such as the landscapes, both those in the category of his impressions of his homeland, with views of the Vicenza hills and the charm of Venetian harbours, and those of the Roman countryside, where he moved in 1972, without forgetting his still life works.

Asiago, December 2006 - January 2007