Manufatto

Artigianato, Comunità, Design

  • Edited by Claudia De Giorgi, Claudio Germak
  • Binding Paperback with flaps
  • Size 17x24 cm
  • Pages 160
  • Illustrations 110 a colori, 40 in b/n
  • Language Italian, English
  • Year 2008
  • ISBN 9788836611492
  • Price € 26,00  € 22,10
Add to cart Add to cart Add to cart
Abstract

Chi pensa all’artigianato come a un insieme di oggetti vernacolari o dalle forme consunte, destinati a turisti frettolosi o a nostalgici, cambierà idea nello sfogliare le pagine di questo catalogo che, edito in occasione di una mostra, documenta una serie innegabilmente interessante di “manufatti”, oggetti d’artigianato che hanno pieno titolo per essere protagonisti in esposizioni del design. Tali oggetti, prodotti in territorio piemontese,  nascono, e ne sono quindi testimonianza, dalla commistione creativa tra saperi del passato e stimoli nuovi, siano essi tecnologici, stilistici o anche geografici.

Tra i Manufatti esposti si ricordano quindi i gioielli realizzati dal distretto orafo di Valenza, le ceramiche di Mondovì, gli arredi e i manufatti in legno creati dai falegnami delle Valli di Lanzo, delle Valli del Cusio e della Valle Varaita e ancora le celebri stufe di Castellamonte, i cui involucri in ceramica celano un cuore tutto nuovo ad alta prestazione tecnologica, i prodotti in argilla di Cambiano, fino alle creazioni di Bab Anmil - Hafa Decor che reinterpretano, con il supporto di designer torinesi, le forme dell’abitare arabo.

Testi di: Claudia De Giorgi, Claudio Germak, Paolo Giaccaria, Tiziana Bernengo, Alba Cappellieri, Barbara Franco

Saluzzo, giugno - settembre 2008

The exhibition addresses the strategic role of design to promote local production systems. In particular, it illustrates actions related to “typical” crafts in Piedmont, a region in which some craftsmen’s communities have passed on traditions, skills and material cultures from generation to generation, in response to rare occasions for innovation, visibility and market for their own work.

In this perspective, research is the first step to investigate, analyse and promote ways to “create a system” where Crafts, Community and Design coalesce.

Design is thus the fil rouge of a tale that passes through the promotion of traditions (languages commensurate with local materials), skills (product quality) and actions regarding the production chain.

Saluzzo, June - Septembre 2008