Gino Sandri 1892-1959

luci dell'arte, ombre della follia

  • Edited by Paolo Conti
  • Binding Hardcover
  • Size 16x24,5 cm
  • Pages 144
  • Illustrations 70 a colori, 20 in b/n
  • Language Italian
  • Year 2009
  • ISBN 9788836614066
  • Price € 25,00
  •   Not available
Abstract

Una mostra, accompagnata da questo volume, ripercorre la vicenda artistica e umana di Gino Sandri (1892-1959), talento precocissimo ed eccellente disegnatore, la cui vita è stata segnata da una dolorosa reclusione in istituti psichiatrici dal 1924 in poi. Documentati nella pubblicazione sono una settantina di disegni – alcuni accompagnati da commenti, ricordi e aforismi – che raffigurano malati, degenti e infermieri, realizzati dall’artista tra il 1927 e il 1949, ovvero negli anni dei suoi ricoveri presso la Casa di Cura di Villa Fiorita (Affori) e l’Ospedale Psichiatrico di Mombello di Limbiate, in Brianza. In queste opere è possibile ammirare il talento che Gino Sandri seppe coltivare dapprima all’Accademia di Brera e che affinò frequentando gli studi di Emilio Longoni, Adolfo Wildt, Giorgio Belloni e personalità quali Aldo Carpi e Carlo Carrà.

Sandri, che tra il 1914 e il 1922 si dedicò all’attività di illustratore collaborando con vari periodici ed editori – come Hoepli, Scheiwiller e Barzini –, ha partecipato a numerose mostre, ricevendo elogi e riconoscimenti. Il suo nome però, dopo che fu internato in manicomio, venne dimenticato, scomparendo dall’attenzione di colleghi, critica e pubblico.

L’archivio del pittore, da cui proviene il materiale esposto, è stato dichiarato di importante interesse storico ed è stato sottoposto a tutela ministeriale.

Il catalogo accoglie i contributi di Vittorino Andreoli ed Elena Pontiggia, un manoscritto inedito dell’artista intitolato Cosa è la follia – eccezionale testimonianza storica di estrema lucidità – e apparati biobibliografici.

Monza, maggio - luglio 2009