Caravaggio, Guido Reni, Guercino, Mattia Preti

Le stanze del Cardinale

  • Edited by Vittorio Sgarbi, Stefano Papetti
  • Binding Paperback with flaps
  • Size 24x29 cm
  • Pages 216
  • Illustrations 70 a colori, 50 in b/n
  • Language Italian
  • Year 2009
  • ISBN 9788836614288
  • Price € 30,00
  •   Out of catalogue
Abstract

Curata da Vittorio Sgarbi, la mostra, accompagnata da questo catalogo, si annuncia come un evento espositivo di prima grandezza nell’estate marchigiana del 2009.

Nel Palazzo dei Cardinali Pallotta a Caldarola, in provincia di Macerata, viene ridata forma a una collezione di mirabili dipinti appartenuti al cardinale Giambattista Pallotta, fine politico della Roma barocca e Legato Pontificio in Emilia, amante delle arti e colto mecenate, che trasformò la città in un centro nevralgico della cultura manierista della regione.

La collezione, ceduta e quindi dispersa dagli eredi per sanare la grave situazione debitoria che premeva alla morte del suo creatore nel 1668, si distingue per il calibro dei pittori amati dal porporato, i maggiori artisti del Seicento: Caravaggio, Guido Reni, Guercino, Mattia Preti, Giovanni Lanfranco, Carlo Maratta, Domenichino, Annibale e Ludovico Carracci, Benvenuto Garofalo, solo per citare i nomi più noti.

Gli oltre cinquanta dipinti che animavano la collezione, ammirata al tempo dalla regina Cristina di Svezia, dal principe Casimiro di Polonia e dai cardinali Barberini, sono stati riuniti per l’occasione grazie a un attento lavoro di ricerca documentaria, e fatti rivivere grazie a importanti interventi di restauro.

Il catalogo, che riproduce tutte le opere, accoglie numerosi saggi critici, che indagano la figura del cardinale, la storia della sua collezione, il ruolo della città di Caldarola e gli esiti delle vicende collezionistiche del Seicento italiano.

Caldarola (Mc), maggio - novembre 2009