Le riviste dei GUF e l'arte contemporanea 1926-1945

Un'antologia ragionata

  • Author Cristina Palma, prefazione di Enrico Crispolti
  • Series Biblioteca d'arte contemporanea, 30
  • Binding Paperback with flaps
  • Size 17 x 24 cm
  • Pages 384
  • Illustrations 119 in b/n
  • Language Italian
  • Year 2011
  • ISBN 9788836619641
  • Price € 25,00
  •   Unavailable
Abstract

Nata entro un più ampio progetto di ricognizione di articoli sull’arte contemporanea in riviste italiane della prima metà del Novecento, questa antologia “ragionata” fa conoscere per la prima volta, nella sua varietà di interessi, e ampiezza d’autonomia a fronte della realtà politica, la consistenza del contributo al dibattito critico sull’arte contemporanea in Italia offerto dalle numerosissime riviste dei GUF (Gruppi universitari fascisti), pubblicate in centri fra metà degli anni venti e metà dei quaranta.

La quantità inaspettata dei materiali acquisiti ha motivato il progetto di questo specifico volume, che certamente arricchisce la storia della riflessione critica in Italia fra le due guerre. Le prime osservazioni emerse dalla lettura degli articoli qui schedati, riguardano l’interesse per l’arte contemporanea proprio della generazione universitaria emergente, che è preminente e costante rispetto a quello per l’arte del passato e dell’Ottocento. Le correnti che riscuotono l’attenzione degli universitari sono l’astrattismo, il futurismo, il “Novecento” e il dibattito sull’architettura razionale.

Per ciascuna delle trentadue riviste dei GUF qui raccolte – tutte quelle che pubblicarono rubriche e articoli sull’arte – ogni capitolo si apre con una parte introduttiva dedicata alla rivista, cui segue un regesto degli articoli su arte, architettura, scenografia e teorizzazione estetica in essa comparsi, assieme alla segnalazione delle illustrazioni pubblicate; infine, il cuore di ogni capitolo, l’“Antologia”, che propone una scelta di testi selezionati in base all’importanza del tema o della notorietà dell’autore.

Chiude il libro un indispensabile indice analitico di nomi, correnti artistiche, esposizioni, gallerie, collezioni, istituzioni e riviste.

Cristina Palma: (Firenze, 1976), laureata all’Università di Firenze, conclude gli studi a Siena nella Scuola di specializzazione in storia dell’arte. Lavora al catalogo generale della Galleria d’arte moderna di Palazzo Pitti e nel 2008 è curatrice della mostra e del catalogo sul pittore Cesare Tallone nel Museo Villa dei Cedri di Bellinzona (Svizzera). É tra le autrici della guida sulla scultura funebre Il Cimitero di Bellinzona, per la Società svizzera di storia dell’arte. Nel 2010 è autrice del volume Carteggi e disegni dimacchiaioli. La raccolta Fedi della Galleria d’arte moderna di Firenze (Livorno, Sillabe).