Il Settecento a Verona

Alla ricerca di pittori, frescanti, scultori e lapicidi
Guida storico-artistica

  • Author Francesco Monicelli
  • Binding Paperback with flaps
  • Size 17 x 24 cm
  • Pages 64
  • Illustrations 60 a colori
  • Language Italian
  • Year 2011
  • ISBN 9788836622696
  • Price € 10,00
  •   Out of catalogue
Abstract

Uscita in occasione della mostra Il Settecento a Verona. Tiepolo Cignaroli Rotari. La nobiltà della pittura, la presente pubblicazione illustra le testimonianze della pittura e della scultura a Verona nel

Settecento, ultimo secolo di presenza veneziana in città, prima della conquista napoleonica. L’arte veronese, nonostante i due soggiorni di Giambattista Tiepolo, continua a mantenere caratteri propri, lontani da influssi sia lagunari che lombardi, ma piuttosto rivolti alla scuola bolognese e a quella romana. Protagonisti nella prima parte del secolo sono sono i veronesi Antonio Balestra e Simone Brentana e il francese Louis Dorigny. Successivamente rivestiranno un ruolo rilevante Pietro Antonio Rotari, pittore di successo presso le corti di Vienna, Dresda e Pietroburgo e Giambettino Cignaroli, promotore della pubblica Accademia di Pittura che ne porta il nome, continuatori del classicismo tanto

auspicato e perseguito dal marchese Scipione Maffei. La guida accompagna il visitatore alla conoscenza di questo periodo attraverso quattro passeggiate cittadine –tra chiese, palazzi, musei e

pubbliche istituzioni normalmente visitabili– e cinque proposte di itinerari tra le ville della provincia.