Form-Finding, Form-Shaping, Designing Architecture

Approcci sperimentali, estetici ed etici alla forma in architettura, dal dopoguerra ad oggi

  • Series Mendrisio Academy Press
  • Edited by Sonja Hildebrand, Elisabeth Bergmann
  • Binding Paperback with flaps
  • Size 19 x 24,5 cm
  • Pages 180
  • Illustrations 100
  • Language Texts in the original language
  • Year 2015
  • ISBN 9788836632657
  • Price € 32,00  € 30,40
Add to cart Add to cart Add to cart
Abstract

Negli ultimi vent’anni il tema della forma in architettura è diventato uno dei più dibattuti e controversi. Con l’avvento dell’Era Digitale, la discussione si è ancor più esacerbata, poiché il computer permette di creare, in modo rapido e con minimo sforzo, edifici straordinari ed emblematici: icone che però rischiano la banalità, esprimendo poco più della loro stessa forma. In pochi si sono soffermati su questo argomento con l’intensità e l’acume di Frei Otto – Premio Pritzker 2015, innovativo esploratore al confine tra architettura e ingegneria civile –, che attraverso il concetto di form-finding intendeva che la forma, anziché creata, dovesse essere “lasciata divenire”, come una pellicola di sapone. Un approccio che solleva questioni strettamente connesse al dibattito attuale sulla forma architettonica. Questo libro riesamina il problema approfondendo la proposta di Frei Otto accanto a prospettive diverse, che spaziano dalla ricerca ingegneristica alla creazione di modelli sperimentali, per giungere alle riflessioni critico-ideologiche di Oswald Mathias Ungers e Rem Koolhaas.

Testi di: Elisabeth Bergmann, Daniela Fabricius, Roberta Grignolo, Sonja Hildebrand, Sean Keller, Kurt Möser, Gabriele Neri, Stefan Neuhäuser con Martin Weickgenannt, Christoph Witte, Walter Haase, Oliver Sawodny e Werner Sobek, Lara Schrijver.