Francesco Traini

e la pittura a Pisa nella prima metà del Trecento

  • Author Linda Pisani
  • Series Art monographs
  • Edited by Gerardo de Simone, Marco Pierini
  • Binding Hardcover
  • Size 23 x 28 cm
  • Pages 280
  • Illustrations 180
  • Language Italian
  • Year 2020
  • ISBN 9788836646197
  • Price € 34,00  € 32,30
Add to cart Add to cart Add to cart
Abstract

La stagione della pittura pisana raccontata in questo volume rappresenta uno straordinario crogiolo di esperienze e di linguaggi, alla cui costituzione hanno contribuito Cimabue, Giotto e Simone Martini. In questo clima prende le mosse e si afferma Francesco Traini, massimo pittore cittadino, la cui figura dalla biografia sfuggente è finalmente qui restituita nella sua statura artistica e inquadrata nel contesto culturale e storico di cui, assieme al senese Lippo Memmi e al fiorentino Buffalmacco, ma più a lungo di loro, fu indiscusso protagonista.

Sommario

Introduzione
Marco Pierini

Delicato e graffiante al contempo: Francesco Traini capofila della scuola pisana
Andrea De Marchi

I. Il resoconto degli studi: Traini “pittore del Trionfo della Vita
II. Pittori a Pisa fra 1290 e 1315: le premesse di Francesco Traini
III. La pittura a Pisa negli anni venti: la centralità di Lippo Memmi e gli inizi del Traini
IV. Gli anni trenta: Traini protagonista di un contesto eccezionale
V. Gli anni quaranta: l’impatto del Traini sui pittori più giovani
VI. I domenicani, le arti a Pisa e Francesco Traini
VII. Catalogo delle opere

Tavole
Apparati

Appendice I. Regesto dei documenti su Francesco Traini
Appendice II. I luoghi del Traini
Appendice III. Opere erroneamente attribuite a Francesco Traini

Bibliografia